Partendo dal personaggio della mia tessera avrei dovuto scrivere un breve racconto autoconclusivo di 2000 battute. Il personaggio è Axl Rose, mi sono documentato sulla sua vita e partendo da questa sono andato a ruota libera seguendo la sua “attitudine” , non è una biografia, è un racconto.

  • Allora?
  • Allora cosa?
  • William cazzo, ti sto parlando da almeno un’ora, dove hai la testa? Allora l’hai la roba per me?
  • Ma di che cazzo parli? Porca puttana Henry stai qui a sbrodolarmi di parole senza senso, di che cazzo di roba parli? Fottiti, te e la tua roba e ora levati dai coglioni, non vedi che ho da fare?
  • Fanculo William non hai un cazzo da fare, stai tutto il giorno a bere e a guardati lo scroto, sei come quel fallito di tuo padre.
  • Ripetilo se hai il coraggio!
  • Sei come quel rotto in culo di tuo padre!
Mentre lasciavo Lafayette pensavo che non mi sarebbe mancata per nulla quel buco di merda di cittadina, gli amici che avevo erano tutti dei perdenti, Henry per primo, riposi in pace quel coglione.
Mi dispiaceva solo per la signorina Rose, l’insegnate di musica, era un cazzo di mastino, ma era brava e cosa non da poco, non mi aveva fatto mai pagare una lezione, le facevo pena, arrivai da lei una sera dopo che quella sacca di merda che chiamavo padre mi aveva rimesso in “riga”, cristo santo avevo le palpebre così gonfie che non capivi se sotto ci fosse un volto. Lei si prese cura di me, così quando dovetti aprirle la faccia con l’accetta ricordo che piansi, dovetti ripetermi che era la cosa migliore da fare, che non avevo alternative, ma piansi tutte le lacrime che avevo in corpo.
Il fatto è che mi servivano soldi per fuggire e sapevo che la vecchia aveva un gruzzolo da parte, cazzo, nello stesso giorno avevo fatto fuori quel fallito di padre e la donna che era stata la cosa più simile a una madre che avessi mai avuto, e Henry, ma quello era stato un incidente, mi aveva fatto incazzare.
Solo che sapevo che prima o poi qualcuno avrebbe fatto domande, prima o poi qualcuno avrebbe notato quella terra smossa nel giardino della Rose, e quando questo sarebbe successo, sarebbe partita una caccia all’uomo.
A me.
Avevo bisogno di scomparire oppure di diventare intoccabile. Presidente. Una star. Una rock star.
Cazzo, se solo non avessi avuto sete.
Vizio di merda.
Non sono particolarmente soddisfatto della chiusura e se non avessi avuto il limite di battute di 2000, avrei giocato un attimo di più col finale, ma alla fine l’esercizio era anche questo. E’ sintesi baby.